Diventa produttore e crea la tua Internet TV. Ripresa – Luminosità (Lezione 7)


Ora diamo un po’ di nozioni fondamentali sull’illuminazione in generale. Solitamente si desidera mantenere una luce forte, dominante dietro la macchina da presa, poi si utilizzano dei riflettori per ri-orientare la luce e coprire le zone di ombra indesiderate. Per ……

SNAI SCOMMESSE

luce

Ora diamo un po’ di nozioni fondamentali sull’illuminazione in generale. Solitamente si desidera mantenere una luce forte, dominante dietro la macchina da presa, poi si utilizzano dei riflettori per ri-orientare la luce e coprire le zone di ombra indesiderate. Per fare ciò, si utilizzano dei pannelli lucidissimi che consentono di ammorbidire e diffondere le fonti di luce più luminose che a volte possono risultare fastidiose. Un esempio? La luce riflette sul pannello e viene “fatta rimbalzare” nella zona desiderata. All’inzio sarà difficile angolarlo correttamente, ma dopo qualche tentativo e trovata la giusta inclinazione, tutto risulterà più facile.

Per le vostre pruduzioni, è meglio puntare interamente o sulla luce artificiale o su quella naturale, le miscelazioni di luce possono essere nocive per il risultato finale… o meglio, difficili da gestire perchè bisogna saper regolare la temperature delle luci per evitare che una luce troppo forte contrasti una luce più debole ma fondamentale per noi e generare sbiadimenti in quanto una temperatura molto elevata genera un effetto bluastro, una temperatura di luce molto bassa genera un effetto rossastro. Sembrerà banale, ma è fondamentale utilizzare se ci sono delle impostazioni predefinite per quanto riguarda la luminosità delle vostre fotocamere/videocamere in base alla situazione in cui vi trovate.

Veniamo ora all’obettivo di questa lezione: dove posizionare le fonti luminose correttamente. Ci sono 3 differenti punti di illuminazione (chiamati punti chiave) che danno diversi effetti più o meno suggestivi a seconda delle esigenze:

  • Luce chiave

    E’ puntata direttamente sull’oggetto/soggetto che vogliamo inquadrare. E’ la luce dominante, la più forte e fondamentale per l’lluminazione della scena. Tuttavia lascia delle forti ombre e deve essere equilibrato con altre luci di appoggio. Utile per fare gli effetti tipo film horror.

  • Luce di riempimento

    Viene usata solitamente per illuminare lo sfondo e coprire le zone di ombra lasciata dalla luce chiave. E’ una luce diffusa e generalmente potente. Sia questa che la prossima luce che andremo a definire, sono fornite dai riflettori.

  • Luce di sfondo

    Questa luce dà definizione all’oggetto/soggetto ed è posta alle sue spalle. A seconda dell’intensità di questa luce il risultato è stupendo o drammatico. Fa la differenza in positivo o in negativo ed è fondamentale posizionarla e regolarla in maniera corretta.

Anche questa lezione è stata completata. Se ne avete persa qualcuna, i link delle lezioni già pubblicate le trovate nel menu di destra, mentre per quelle ancora da inserire le trovate nel post di presentazione del corso. Nella lezione successiva ci occuperemo delle tecniche di posizione e movimento.

Inserisci un commento


site statistics