Categorie
Guida al SEO del blog

Guida al SEO del Blog. Perchè la SEO applicata ai blog è differente dalla SEO per i normali siti (Lezione 5)

Una domanda che sorge spontanea già nella fase di pianificazione di un sito e ai fini SEO è se è meglio creare un blog o un sito web tradizionale? Da questa scelta dipenderà anche il posizionamento sui motori di ricerca e in particolare su Google. Quale conviene? Quali sono quindi i fattori che influiscono su tale scelta? Proviamo a dare una risposta.

La SEO applicata ai blog è differente dalla SEO che si applica alla maggior parte dei siti web soprattutto statici (composti da pagine html), in gran parte a causa dei fattori definiti “social” che sono insiti nella tecnologia del blog stesso.

Innanzitutto dobbiamo tenere conto che la SEO per i Blog è meno legata a pratiche in questi anni molto diffuse come l’acquisto di link da un sito web con PageRank più alto possibile per accellelare la scalata su Google o il “truffare” una tecnologia di ricerca che al momento risulta ancora inadeguata e impreparata attraverso dei semplici trucchetti.

La SEO applicata ai blog è più focalizzata sul dare alla gente qualcosa di cui discutere e sulla creazione di qualcosa realmente meritevole di attenzione. La maggior parte dei blog nasce dall’ingenio del blogger che mette a disposizione di tutti il suo sapere generando così attenzione da parte dei lettori che possono partecipare attivamente alla discussione. Inoltre più un blog è interessante e scritto con linguaggio informale, più è visitato generando sempre più traffico proveniente da una zona geografica sempre più vasta e questo rendo il blog più “amichevole” agli occhi di Google.

E’ da ricordare che i blog vengono creati per essere costantemente aggiornati (altrimenti avrebbe poco senso) e quindi visitati con una certa frequenza dagli utenti che possono così leggere contenuti sempre nuovi e con un volume di pagine web che cresce proporzionalmente; cosa che in un normale sito web statico non avviene quasi mai (è inoltre necessario conoscere almeno un linguaggio di programmazione).

Nella concezione che c’è oggi, il sito web è legato più ad un fattore “istituzionale” come avviene per le aziende che vogliono apparire su Internet. Una volta che viene creato il sito aziendale, non viene quasi mai aggiornato e i contenuti e la grafica risultano spesso di pessima qualità. Nell’era in cui ci troviamo oggi, un sito web non curato dà l’impressione di un’azienda statica e poco attiva (è il suo specchio). Ne deriva che i motori di ricerca tendono ad ignorare questo genere di contenuti che non avranno mai la possibilità di “scalate” nelle keywords più hot. La soluzione a questo problema può essere un sito web statico ma con informazioni sempre aggiornate e con annesso un blog attivo, aiuta a dare una buona impressione della gente all’istituzione, ma anche ai motori di ricerca.

Infine, con l’evoluzione che in questi anni stanno avendo i CMS (WordPress e Blogger su tutti), la gestione del SEO del blog è praticamente inclusa ed automatizzata (anche se sono necessarie alcune costanti modifiche), mentre per un sito web statico deve essere particolarmente curata e si parte da zero. Nei siti web statici i parametri che contano sul posizionamente nei motori di ricerca sono l’url principale e il titolo, per un blog invece è tutto automatizzato (leggi la Lezione 2 per sapere i paramentri più influenti).

Dopo questa lunga chiacchierata, siamo in grado di tirare le conclusioni.

Si può quindi affermare che l’aggiornamento continuo e l’introduzione di nuovi contenuti nel proprio sito è sempre più importante ai fini del marketing e del posizionamento e questa affermazione prende forza vedendo quei siti di clienti poco lungimiranti che non hanno aggiornato con testi mirati il loro siti, con il risultato di perdita costante di posizioni precedentemente ottenute.

Il SEO si occupa proprio di questi fattori e purtroppo l’azione SEO non ha mai fine, si deve sempre monitorare la propria posizione e quella dei propri competitors, apportando le giuste modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *